• Facebook
Consultazione Archivi

Milano, con la fine dell’emergenza sanitaria stop agli orari differenziati d’apertura

 

Con il venir meno, dopo il 31 marzo, dello stato di emergenza sanitaria, decade l’ordinanza del Comune di Milano - che nasceva dal Patto “Milano per la scuola” – con orari differenziati d’apertura per evitare il sovraffollamento dei mezzi pubblici. Non vi sarà più quindi l’obbligo, per la gran parte degli esercizi commerciali coinvolti, di posticipare l’apertura alle 10.15.

Stop anche al rinvio dell’obbligo di chiusura delle porte degli esercizi commerciali (con deroghe) 

Dal 1° aprile scatta a Milano anche l’obbligo di chiusura delle porte degli esercizi commerciali, come previsto dal Regolamento comunale per la qualità dell’aria. Provvedimento che doveva entrare in vigore già a gennaio ed era stato rinviato per l’intervento di Confcommercio Milano che aveva sottolineato l’incongruità della misura (si continua a richiedere un nuovo rinvio del provvedimento). Una deroga è prevista per i negozi che fanno uso delle cosiddette lame d'aria – vedi qui la convenzione per l’acquisto - o sono dotati di dispositivi di ingresso che garantiscono comunque l’isolamento termico degli ambienti (ad esempio: porte a bussola).

Data ultimo aggiornamento: 30/03/22
Tipologia: Dalle associazioni